03/09/08

PIZZA LOW-COST

Lo confesso.
Ho tenuto il segreto per tutta la durata del Meeting, per non tradire gli amici.
Il Meeting ha dei costi enormi e i ristoranti tipici presenti nei padiglioni della Fiera aiutano a coprire le spese.
Ragion per cui non ho rivelato ai miei amici giunti da ogni parte d'Italia, d'Europa e del Mondo, l'esistenza di una Pizzeria Low-Cost.
E' la prima in assoluto in Italia.
L'ho conosciuta tramite un volantino ed un articolo su "Il Resto del Carlino".
L'idea è geniale, frutto dell'intraprendenza italica.
Sono andato a provarla in compagnia di un'amica di Monza. Una domenica sera.
Siamo stati fra i primi clienti. Ottima pizza, buona compagnia, bella figura...costo irrisorio.
Sono tornato qualche ora fa da solo. Un Martedì di Settembre alle 10 di sera. Pizza farcita a 2 Euro, birra piccola a 2 Euro.
Sala piena. Mi siedo, mangio e mi accorgo che la proprietaria è una carissima amica. Non lo sapevo!
"Spiegami il trucco" le chiedo a bruciapelo.
"Aspetta un po'. Faccio il conto e andiamo fuori a parlare" mi risponde.
Otto belle ragazze, forse colleghe di lavoro, pagano in tutto 39, 50 Euro. Solo 5 Euro a testa per pizza e bibita.
Raccolgono da un cestino i bigliettini rosa augurali, tipo "Baci Perugina".
E' un'altra trovata della Ditta.
I locali sono belli, ampi, puliti. Ci sono quadri alle pareti. Quattro pizzaioli stanno ai due forni. Le cameriere corrono gentili e sollecite. Conto una sessantina di persone. Tutte giovani, tranne me ed un padre di famiglia mio coetaneo. Ci sono anche dei bambini.
Ordino la pizza e dopo pochi minuti eccola servita calda e croccante. Deliziosa.
La toilette è ordinata e curata.
La mia amica, con i suoi occhi profondi ed intelligenti - è anche una bellissima donna - mi rassicura: "Nessun trucco. lavoriamo sulla quantità. E' una forma di promozione. La gente viene e torna. Diventa cliente.
E poi, diciamoci la verità, un po' d'acqua e farina...
Sono tutti ingredienti di qualità, tutti italiani. Le cose fresche le compro nel negozietto qui vicino, roba di giornata."
Obietto: "Però, il locale, le luci, il personale, le tasse..."
"Bisogna pagarli comunque, no? Il pizzaiolo costa uguale se lavora poco... Sulla quantità ci scappa pure il guadagno."
"E' una cosa buona. Venite incontro anche ai giovani..."
"...e alle famiglie...- aggiunge - sai anche a loro piace uscire coi bambini qualche volta".
Sua figlia si laureerà fra poco in Biotecnologie (Laurea Specialistica). Si ricorda ancora di me. Quando aveva 8 anni le regalai un piccolo Libro delle Ore.
"Lo tiene ancora caro e si ricorda ancora di te" mi confessa la mia amica.
Le propongo di aprire una pizzeria low.cost a Boston (è il mio pallino: in America mangiano malissimo e a Boston ci sono un sacco di studenti, che non hanno mai gustato le prelibatezze italiche). Si schermisce, mi sorride:"Ci piace troppo l'Italia".
Intanto la sua iniziativa è stata fatta conoscere in tutta Italia da http://www.pizza.it/articolo.asp?ID=303, che ha ripreso integralmente un articolo del "Il Resto del Carlino", come suggerimento ad altri locali.
Altri locali a Rimini ne hanno colto la novità e seguito lo spirito, nel rispetto della qualità.
Mi fa notare: "I prezzi in giro sono davvero esagerati. Io non lavoro in perdita"
E' un esempio di buona economia.
Chissà se il Ministro Tremonti ne è a conoscenza?
Saggezza italica? Capacità manageriale? Marketing paesano?
Fatto sta che la Pizzeria Piccinelli è sempre piena.
La sigaretta è finita, mi guarda coi suoi occhi profondi da donna mediterranea. Mi sorride: "Torna. Se anche sei da solo e non ho molto da fare, mi siedo io con te".
Inforco la mia bicicletta e mi dirigo verso casa. Nessun gonfiore e nessuna sonnolenza, come invece mi succede spesso alla Mensa in Ospedale.
Usano davvero ingredienti di buona qualità!
La pizza è ben cotta ed ho rivisto un'amica.
Posso dormire sereno e in pace.
Per chi fosse interessato riporto le offerte come da volantino:
Tutti i Mertedì "Serata della Pizza"
Pizza Margherita 1 Euro (le prime 100)
Pizza Farcita 2 Euro
Birra Piccola (a scelta) 2 Euro
Tutti i Mercoledì, Giovedì, Domenica "Serata Amarcord d'la Lira"
Pizza Margherita 2,50 Euro
Pizza Farcita 4,00 Euro
Tutti i Venerdì "Serata della birra"
Birra Piccola (a scelta) 1,50 Euro
Pizza Margherita 1,50 Euro
Pizza Farcita 2, 50 Euro
Tutti i Sabati "Serata della Coca Cola"
Coca Cola Piccola (alla spina) 1,50 Euro
Pizza Margherita 3,00 Euro
Pizza Farcita 4,50 Euro
Chiuso il Lunedì
APERTO LA SERA
Se volete l'indirizzo ed il numero di telefono cliccate sul titolo

3 commenti:

Pupanna ha detto...

mi sembra una persona molto realista :)) peccato che sto lontana

Claudio Gatta ha detto...

Ciao, se mi fai avere l'indirizzo me lo segno nel caso dovessi fare un giro a Rimini (concorsi, fiere, convegni, diletto). Com'è il detto? Mai mettere limiti alla Provvidenza, no? :)

Anonimo ha detto...

alla faccia della pizza low cost.
Forse forse qualcosa sta cambiando!!.
C'e' una pizzeria molto simile anche nella mia citta'(Brescia).
Una pizzeria in un centro sportivo comunale(Sanfilippo) che pratica prezzi davvero bassi per pizza e bibita a seconda dei giorni.
Probabilmente xchè fanno prezzi "politici" comunque io l'ho provata e oltre alla pizza buona i prezzi vanno da 4.40 a 5.90 bibite comprese, che è un bel passo avanti,credetemi soprattutto per Brescia.
Ciao

Melina

Statistica